Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Tiofanato metile puro
    g. 70
  • Coadiuvanti
    a g. 100

Il prodotto si deve impiegare alle seguenti dosi per 100 lt di acqua, rispettando le previste dosi per ettaro.
Per evitare l’insorgenza di resistenza, non applicare più di 3 trattamenti all’anno con FARO DF in fertirrigazione, più di 2 trattamenti all’anno su pomacee e pesco per gli interventi autunno-invernali contro i cancri rameali, e non più di 1 volta all’anno per tutti gli altri impieghi previsti in etichetta. Si consiglia comunque l’impiego alternato con prodotti caratterizzati da diverso meccanismo d’azione.
Avvertenza: l’impiego del prodotto è consentito solo in campo e per le colture indicate in etichetta.

POMACEE (MELO e PERO)
Dose di impiego: 60-80 g/hl (1 kg/ha)
Contro Cancri rameali (Nectria spp., etc.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: da post-raccolta a pre-fioritura.
Contro Marciume calicino (Monilia spp., Botrytis cinerea, Nectria spp., ect.): Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: periodo tra pre-fioritura e completa caduta dei petali.
Attività collaterale su Oidio (Podosphaera leucotricha) PESCO (COMPRESE NETTARINE ED IBRIDI SIMILI):
Dose di impiego: 60-80 g/hl (1 kg/ha) Contro Cancri rameali (Cytospora spp., Fusicoccum spp.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: da pre-caduta foglie a prefioritura.
Contro Moniliosi (Monilia spp.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: periodo tra pre-fioritura e preraccolta.

ALBICOCCO, CILIEGIO, SUSINO
Dose di impiego: 60-80 g/hl (1 kg/ha)
Contro Moniliosi (Monilia spp.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: periodo tra pre e post fioritura, pre-raccolta

VITE DA VINO
Dose di impiego: 150-200 g/hl (1,5 kg/ha)
Contro Marciume grigio (Botrytis cinerea) e azione collaterale su Oidio:
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto:
- periodo tra pre e post fioritura: in tali fasi l’attività sistemica del prodotto favorisce un buon controllo del patogeno che si può insediare sui giovani recettivi tessuti del grappolino in formazione sviluppandosi sui residui fiorali in decomposizione (es. caliptre, etc.). Successivamente le strategie di difesa dovranno prevedere l’impiego di molecole a diverso meccanismo di azione.
- pre chiusura grappolo-invaiatura

NOCCIOLO
Dose di impiego: 100-125 g/hl (1-1,25 kg/ha)
Contro Gloeosporium delle gemme, Cytospora ed attività collaterale su Oidio (Phyllactinia suffulta):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: post-raccolta, pre-caduta foglie.
Prevedere un'accurata bagnatura della pianta, specialmente degli apici vegetativi.
Contro i Marciumi dei frutticini (Fusarium laterithium, etc.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: formazione-ingrossamento frutticini.

POMODORO, MELANZANA (trattamenti alla parte aerea)
Dose di impiego: 100-150 g/hl (1,2 kg/ha)
Contro Muffa grigia (Botrytis cinerea), Cladosporiosi (Cladosporium spp.) ed azione collaterale su Oidio:
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: impiegare da inizio fioritura.

MELONE, COCOMERO (trattamenti alla parte aerea) 
Dose di impiego: 100 g/hl (1 kg/ha)
Contro Cancro gommoso (Dydimella brioniae), Muffa grigia (Botrytis cinerea), Antracnosi (Colletotrichum spp.), Cladosporiosi (Cladosporium spp.) ed attività collaterale su Oidio (Erisiphae spp.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: intervenire in funzione delle condizioni predisponenti o ad inizio della manifestazione dei patogeni.

Utilizzo in fertirrigazione (drip irrigation)
POMODORO, MELANZANA, MELONE, COCOMERO, FLOREALI ED ORNAMENTALI
Dosi di impiego: 1,2 kg/ha
1° intervento da post trapianto
2° intervento dopo 10-14 giorni
3° intervento: fino a pre raccolta
Contro Tracheomicosi (Fusarium spp., Verticillium spp.) ed azione collaterale su Rizhoctonia spp.
Intervenire con impianti idonei a coprire il terreno interessato alla rizosfera (ad esempio ali gocciolanti a doppia manichetta)

PISELLO, FAGIOLO (freschi e da granella)
Dose di impiego: 120-200 g/hl (1,1 kg/ha)
Contro Fusarium spp., Sclerotinia spp., Botrytis spp. ed attività collaterale contro Antracnosi, Oidio e Ruggini
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: intervenire preventivamente con condizioni predisponenti o all’inizio delle manifestazioni dei patogeni.

COLZA
Dose di impiego: 200-250 g/hl (0,9 kg/ha)
Contro Sclerotinia:
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: intervenire preventivamente con condizioni predisponenti o all’inizio delle manifestazioni del patogeno.

FRUMENTO, ORZO
Dose di impiego: 200-250 g/hl (0,9 kg/ha)
Contro Mal del piede (Rizhoctonia spp., Fusarium spp. etc):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: intervenire durante le fasi da fine accestimento a levata. Miscibile con gli specifici erbicidi impiegati in tale epoca. Contro Fusariosi della spiga (Fusarium spp) ed att. collaterale su Ruggini e Oidio: Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: intervenire nella fase di inizio emissione delle antere; al fine di un ottimale controllo di ruggini e oidio miscelare con specifici prodotti triazolici.

COLTURE FLOREALI ED ORNAMENTALI:
Dose di impiego (trattamenti alla parte aerea): 70-120 g/hl (1,1 kg/ha)
Contro Antracnosi, Muffa grigia, Fusarium spp. ed attività collaterale su Ruggini e Oidio

BULBOSE
Contro Marciume dei bulbi (Fusarium spp., Botrytis spp.)
Dose di impiego:
- immergere i bulbi prima del trapianto in una sospensione con 0,7-0,9 kg/hl di prodotto per 15-30 minuti.
- trattamenti alla parte aerea: 80-120 g/hl (1,2 kg/ha)

CIPRESSO
Dose di impiego: 60-70 g/hl
Contro Cancro del cipresso (Seirydium cardinale):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: o inizio autunno (ottobre novembre)   o inizio primavera (aprile-maggio) o dopo eventuali potature.

PLATANO
Dose di impiego: 150 g/hl
Contro Cancro colorato (Ceratocistys fimbriata):
Trattare la superficie dei tagli di potatura subito dopo gli interventi cesori.

stemperare la prestabilita dose di prodotto nel totale quantitativo di acqua mantenendo in agitazione la sospensione per qualche minuto sino a totale dispersione del prodotto.
COMPATIBILITÀ: il prodotto non è compatibile in miscela con sostanze alcaline come Polisolfuri, Poltiglia bordolese, Calce. Non è comunque raccomandata la miscelazione di FARO DF con altri prodotti fitosanitari.

SOSPENDERE I TRATTAMENTI:
40 giorni prima della raccolta su frumento;
35 giorni prima della raccolta su vite da vino e orzo;
30 giorni prima della raccolta su colza;
28 giorni prima della raccolta su fagioli e piselli (da granella);
15 giorni prima della raccolta su ciliegio e susino;
14 giorni prima della raccolta su fagioli e piselli (freschi);
7 giorni prima della raccolta su melo e pero;
3 giorni prima della raccolta su pesco, albicocco, pomodoro, melanzana, melone e cocomero.

in caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali previste per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi
di intossicazione, informare il medico della miscelazione compiuta.