Flint
Marca: Bayer
Condizione Fisica: Granuli Idrodisperdibili
Necessario PATENTINO
FormatoPrezzo di ListinoIl tuo Prezzo
500 g
€ 67,43
Formati:
500 g

Flint è un fungicida mesostemico per il controllo dell’oidio della vite, della maculatura e ticchiolatura del pero, dell’oidio e della ticchiolatura del melo, dell’oidio delle cucurbitacee, del brusone e dell'elmintosporiosi del riso. Formulato in granuli idrodisperdibili, Flint contiene trifloxystrobin, sostanza attiva appartenente al gruppo delle strobilurine, una classe di molecole di origine naturale dotate di notevole efficacia preventiva e di una lunga durata di azione nei confronti di molti organismi patogeni.


Vantaggi principali
Flint è un valido strumento per la difesa delle colture su cui è autorizzato e per massimizzare la produzione in qualità e quantità.

Inoltre, l'innovativo modo d'azione mesostemico comporta una modalità di distribuzione vantaggiosa sia in termini di protezione delle piante trattate, sia in termini di stabilità e resistenza al dilavamento.

Come funziona?
La sostanza attiva trifloxystrobin, si lega alle cere presenti sulla superficie fogliare, penetra e si distribuisce all’interno in senso translaminare.

Flint possiede elevata resistenza al dilavamento e durata di azione prolungata, grazie al modo di azione mesostemico.

 H410 - Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
 H317 - Può provocare una reazione allergica della pelle.
Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Trifloxystrobin puro 
    50 g
  • coformulanti quanto basta
    a 100 g

Utilizzare le dosi più alte e gli intervalli più brevi nelle situazioni di alta pressione della malattia. - In caso di impiego di volumi di acqua inferiori a 15 hl (pomacee), 10 hl (vite, orticole) e 6 hl (riso) fare riferimento alla dose minima per ettaro consigliata. Per volumi di acqua superiori utilizzare la dose per ettolitro rispettando in ogni caso la dose massima per ettaro. - Alle raccomandazioni di impiego per l'oidio della vite, Flint ha un effetto collaterale su muffa grigia. - Non effettuare più di 3 applicazioni per anno su vite, cucurbitacee, pomacee e rosa. Su riso: utilizzare quantitativi d’acqua idonei ad una completa ed omogenea bagnatura della vegetazione (300-600 l/ha). Effettuare 1 sola applicazione per anno. In presenza di forte pressione infettiva o del protrarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo della malattia, si raccomanda un’ulteriore applicazione con fungicidi a diverso meccanismo d’azione.

Flint è miscibile con altri agrofarmaci.
In modo particolare si raccomanda, dove ritenuto necessario, di miscelare Flint ad altri fungicidi al fine di gestire al meglio la difesa in un’ottica di strategia mirata alla gestione e alla prevenzione di fenomeni di resistenza.

La protezione di Flint è preventiva, pertanto è bene applicare il prodotto prima della comparsa dei sintomi delle malattie, così come raccomandato dall’organismo preposto alla gestione dei fenomeni di insorgenza di ceppi fungini resistenti (FRAC).
Si suggerisce di alternare l'impiego di Flint a quello di altri fungicidi caratterizzati da un diverso meccanismo d'azione.

Sospendere i trattamenti 35 giorni prima della raccolta per la vite, 28 giorni prima della raccolta per il riso, 14 giorni prima della raccolta per melo e pero e 3 giorni prima della raccolta per cetriolo, zucchino, melone e anguria.