Accel 40 sg
Condizione Fisica: Granuli solubili in Acqua
Necessario PATENTINO
FormatoPrezzo di ListinoIl tuo Prezzo
25 g (10 sacchetti da 2.5 g)
Formati:
25 g (10 sacchetti da 2.5 g)

ACCEL® 40 SG è un prodotto a base di acido gibberellico (GA3). Il prodotto è indicato per stimolare processi quali la crescita dei tessuti vegetali, l’allegagione, la fioritura e la fruttificazione di numerose colture. Si consiglia di intervenire su colture concimate ed irrigate adeguatamente.

Indicato per le seguenti malattie
Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Acido gibberellico
    puro 40 g
  • Coformulanti q.b.
    a 100 g

Il prodotto non è compatibile con i prodotti alcalini.

In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta

PERO: - per stimolare l’allegagione, lo sviluppo dei frutti originati da fecondazione e di quelli partenocarpici, trattare piante di almeno tre anni usando 2,5-5 g/hl, effettuando una buona bagnatura, con circa il 20-30% dei fiori aperti (in caso di abbondante fioritura un eccesso di bagnatura può comportare un’allegagione troppo intensa); impiegare la dose più alta per le aree più fredde - per ridurre i danni da gelate durante la fioritura e l’allegagione, impiegare 5-7,5 g/hl, per gelate non inferiori a –5°C, trattando nelle ore più soleggiate o intervenendo entro le 36-48 ore successive all’evento.

FRAGOLA in coltura protetta: - per anticipare la produzione sulle varietà Gorella, Pocahontas, Red Gauntlet, Cambridge Favourite, Surprise des Halles, impiegare 5-7,5 g/hl almeno 20-25 giorni prima della fioritura - per aumentare la produzione di stoloni, in serra o in pieno campo, applicare 7,5-10 g/hl, al termine della raccolta.

CARCIOFO: - per anticipare sia la prima raccolta che le successive, trattare alla comparsa delle prime calatidi con 2,5-5 g/hl distribuendo 400-500 litri/ha, evitando le ore più soleggiate nelle giornate molto calde - per mitigare i danni da gelate intervenendo prima delle 24-36 ore successive, usare 2,5-7,5 g/hl, effettuando il trattamento quando la temperatura si è già riportata ai valori normali.

SEDANO, SPINACIO, ZUCCHINO: per stimolare lo sviluppo e limitare lo stress da freddo impiegare 5-10 g/hl, distribuendo 300-500 litri/ha, 4-5 settimane prima della raccolta.

CILIEGIO DOLCE: per aumentare la consistenza e la pezzatura, 2,5-5 g/hl all’invaiatura.

CILIEGIO ACIDO: per ridurre i danni da giallume virotico, da scarsa vigoria e bassa produzione, trattare 10-14 giorni dopo la caduta petali con 2,5-5 g/hl.

ARANCIO: per migliorare la qualità della buccia e ridurre il fenomeno della “spigatura”, o invecchiamento, impiegare 5-10 g/hl, effettuando una buona bagnatura. N.B.: se si desidera ottenere un ritardo nella raccolta, trattare quando i primi frutti virano – verde pallido – se invece il ritardo non è gradito, intervenire quando i frutti hanno già raggiunto una colorazione idonea per il mercato.


CLEMENTINE: per una migliore allegagione e per una più evidente assenza di semi (apirenia), usare 2,5-5 g/hl bagnando abbondantemente, trattando tra la piena fioritura e l’inizio della caduta petali. LIMONI: per aumentare colore e pezzatura dei frutti e per uniformare le raccolte usare 2,5-5 g/hl circa 5-7 settimane prima della raccolta e comunque quando il colore della maggior parte dei frutti inizia a virare (giallo-argenteo).

VITE: Uva da tavola senza semi (varietà Thompson, Sultanina, ecc.) Un completo calendario di trattamento comprende: - per allungare il rachide trattare in pre-fioritura con il tralcio lungo 4-8 cm alla dose di 5 g/hl - per diradare il grappolo trattare al 30-40% della fioritura, alla dose di 5 g/hl - per aumentare le dimensioni degli acini trattare dopo l’allegagione con acini di 3-4 mm di diametro, alla dose di 7,5 g/hl - per ottenere acini più omogenei e più grandi ripetere il trattamento precedente dopo 8-10 giorni. Uva da vino (con semi): per allungare il rachide sulle varietà a grappolo compatto quali Tocai, Picolit, Chardonnay, ecc. trattare prima della fioritura con tralci di 10-15 cm alla dose di 1,5-2,5 g/hl con 200-300 litri di acqua per ettaro. L’allungamento consente una migliore difesa nei programmi di Lotta Integrata contro la Botrite, grazie ad una migliore aerazione del grappolo. Si raccomanda di non superare il dosaggio e l’epoca indicati onde evitare effetti indesiderati.


FLOREALI IN CAMPO: per facilitare, anticipare la fioritura, per interrompere la dormienza vegetativa, stimolare la crescita e allungare gli steli, 2,5-5 g/hl alla comparsa dei primi boccioli fiorali. Si raccomandano prove preventive onde rilevare eventuali sensibilità di specie e/o varietali.

 

FITOTOSSICITÀ

Le applicazioni di ACCEL® 40 SG possono dare risposte molto differenziate con il variare delle condizioni ambientali e dello stadio fenologico della pianta trattata e delle diverse varietà per la presenza naturale nelle piante di GA3 (GA3 endogeno). Si consiglia quindi di effettuare preventivamente saggi su piccole superfici con le dosi minori sulle varietà mai trattate e per le finalità meno note. Adattare localmente le tecniche di impiego.

AVVERTENZE:

- Conservare il prodotto in ambiente fresco, asciutto e ventilato - Distribuire la soluzione subito dopo averla preparata e comunque non oltre le 24 ore successive onde evitarne la degradazione - Applicare durante le ore fresche della giornata evitando alte temperature per ottimizzare l’assorbimento - Utilizzare ugelli a getto molto fine per ottenere una migliore copertura e assorbimento del prodotto.

SOSPENDERE I TRATTAMENTI 20 GIORNI PRIMA DELLA RACCOLTA .

ATTENZIONE:

Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate in questa etichetta. Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Il rispetto di tutte le indicazioni contenute nella presente etichetta è condizione essenziale per assicurare l’efficacia del trattamento e per evitare danni alle piante, alle persone ed agli animali.

NON APPLICARE CON MEZZI AEREI. PER EVITARE RISCHI PER L’UOMO E PER L’AMBIENTE SEGUIRE LE ISTRUZIONI PER L’USO.

NON CONTAMINARE ALTRE COLTURE, ALIMENTI E BEVANDE O CORSI D’ACQUA.

OPERARE IN ASSENZA DI VENTO. DA NON VENDERSI SFUSO.

SMALTIRE LE CONFEZIONI SECONDO LE NORME VIGENTI.

IL CONTENITORE COMPLETAMENTE SVUOTATO NON DEVE ESSERE DISPERSO NELL'AMBIENTE. IL CONTENITORE NON PUÒ ESSERE RIUTILIZZATO.