Calypso
Marca: Bayer
Condizione Fisica: Sospensione Concentrata
Necessario PATENTINO
FormatoPrezzo di ListinoIl tuo Prezzo
0.500
Formati:
0.500
Calypso è un insetticida a base di thiacloprid; si caratterizza come il primo tra i neonicotinoidi ad avere una spiccata attività su carpocapsa, cidia ed anarsia ed un'ottima efficacia anche su afidi, microlepidotteri ed aleurodidi. Calypso ha un'attività di contatto, di ingestione ed è translaminare, sistemico ed acropeto. Il prodotto agisce sul sistema nervoso degli insetti e presenta campi d'impiego nella difesa delle colture frutticole, orticole, floreali ed ornamentali.
 
Vantaggi principali
Il prodotto ha dimostrato di possedere una grande flessibilità d'impiego, caratterizzata da una contemporanea azione sull'uovo e sulla larva.
 
Grazie alla pronta azione riduce il periodo di vagabondaggio delle larve e di conseguenza l'erosione dei frutti. Per la difesa dai lepidotteri carpofagi, si raccomanda di intervenire impiegando il prodotto sia sulla prima che sulla seconda generazione.
 
Calypso è selettivo nei confronti degli insetti pronubi (api e bombi).
Campi di impiego: pesco, melo, susino, pero, ciliegio ed altre colture colture frutticole, orticole, ornamentali e floreali Ampio spettro d’azione (cidia, anarsia e carpocapsa). 
Contemporanea attività su afidi.Selettivo nei confronti degli insetti pronubi
Traslaminare e sistemico acropeto Favorevole intervallo di sicurezza Essenziale strumento nelle strategie anti-resistenza
Indicato per le seguenti malattie
 H410- Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
 H302+332 Nocivo se ingerito o inalato. - H317 Puó provocare una reazione allergica della pelle. H335 Può irritare le vie respiratorie - H336 Può provocare sonnolenza o vertigini
 H351 - Sospettato di provocare il cancro. - H360D Può nuocere alla fertilità. Può nuocere al feto
Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Thiacloprid
    40.4 % (= 480 g/L)
  • coformulanti q.b.
    a 100 g
Melo, pero: contro Carpocapsa (Cydia pomonella): 0,025% (25 ml in 100 l di acqua); contro microlepidotteri (Lithocolletis blancardella, Lithocolletis corylifoliella, Leucoptera scitella), afidi (Dysaphis plantaginea, Aphis pomi, Aphis gossypii), cimice asiatica (Halyomorpha halys): 0,02 % (20 ml in 100 l di acqua). Nei trattamenti allo stadio prefiorale miscelare con Oliocin al 2,5-3 % (2,5-3 l in 100 l di acqua). Il trattamento contro i microlepidotteri deve essere posizionato a caduta petali contro la 1^ generazione e al momento del massimo sfarfallamento contro la 2^ generazione. Pesco/nettarino, albicocco: contro cidia (Cydia molesta) e anarsia (Anarsia lineatella), Aromia bungii: 0,025% (25 ml in 100 l di acqua); contro afidi (Myzus persicae, Myzus varians, Hyalopterus amygdali, Anuraphis persicae-niger), cimice asiatica (Halyomorpha halys): 0,02 % (20 ml in 100 l di acqua). Nei trattamenti a bottoni rosa miscelare con Oliocin al 1,5-2 % (1,5-2 l in 100 l di acqua). Ciliegio: contro afidi (Myzus cerasi): 0,02 % (20 ml in 100 l di acqua), cimice asiatica (Halyomorpha halys); contro cimicetta (Monosteira unicostata), Aromia bungii: 0,025 % (25 ml in 100 l di acqua). Susino: contro afidi (Myzus persicae, Hyalopterus amygdali), cimice asiatica (Halyomorpha halys): 0,02 % (20 ml in 100 l di acqua); contro Cidia (Cydia molesta, Cydia funebrana), Aromia bungii: 0,025 % (25 ml in 100 l di acqua). Noce e altri fruttiferi a guscio: contro carpocapsa e afidi: 0,025% (25 ml in 100 l di acqua). Non effettuare più di 2 trattamenti all’anno. Piccoli frutti (lamponi, more, mirtilli, ribes): contro afidi (Amphorophora idaei, Cryptomyzus ribis, Hiperomyzus lactucae e altre specie della parte epigea), cicaline (Asymmetrasca decedens): 0,02 % (20 ml in 100 l di acqua). Intervenire alla comparsa del parassita, nelle primissime fasi dell’infestazione. In caso di attacco elevato ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Patata: contro Dorifora (Leptinotarsa decemlineata): 0,02-0,025 % (20-25 ml in 100 l di acqua); contro afidi (Macrosiphum euphorbiae, Myzus persicae, Aphis gossypii): 0,02 % (20 ml in 100 l di acqua); contro tignola (Phtorimaea operculella): 0,025 % (25 ml in 100 l di acqua).
si consiglia l’impiego alternato con prodotti caratterizzati da diverso meccanismo di azione. In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.
si consiglia l’impiego alternato con prodotti caratterizzati da diverso meccanismo di azione. In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.