Spada 200 Ec
Marca: Gowan
Condizione Fisica: Emulsione concentrata
Necessario PATENTINO
FormatoPrezzo di ListinoIl tuo Prezzo
1 Lt
5 Lt
Formati:
1 Lt
5 Lt

"SPADA" identifica i formulati a base di Fosmet, so­stanza attiva di proprietà Gowan, fondamentale nel panorama degli insetticidi disponibili sul mercato perché dotata di un meccanismo d'azione ormai raro ad ampio spettro, al quale associa comunque un pro­filo ambientale e tossicologico tra i più sostenibili di questo gruppo. SPADA viene assorbito dalle foglie e dalle altre parti verdi della pianta, diffondendosi negli strati più su­perficiali dell'epidermide con mobilità citotropica. SPADA agisce prevalentemente per contatto, ma anche per ingestione, penetrando rapidamente attra­verso la cuticola dell'insetto e garantendo un efficace effetto abbattente. In presenza di temperature elevate svolge una certa attività anche in fase di vapore. SPADA è quindi un componente ideale delle strate­gie di difesa sostenibile, anche per gestire eventuali fenomeni di resistenza, e consente di proteggere le produzioni frutticole nei confronti di diversi insetti dannosi quali innanzitutto Lepidotteri, Mosche e Cocciniglie, ma anche altri fitofagi più specifici
come Psille, alcuni Coleotteri, Nottue, ecc.

 H410 - Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
 H302 - Nocivo se ingerito. - H319 - Provoca grave irritazione oculare.
Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Fosmet
    17.70% (= 200.00 g/L)
  • Coformulanti e solventi q.b.
    a 100 g

SPADA 200 EC è miscibile con tutti i formulati esclusi quelli a reazione alcalina. La soluzione pronta all’uso deve avere un pH pari a circa 6 – 6.5 in quanto tale livello di acidità migliora l’efficacia del prodotto e ne aumenta la persistenza d’azione. É pertanto consigliabile procedere eventualmente all’acidificazione della soluzione fino al raggiungimento del valore sopra indicato, accertandosi di non scendere assolutamente sotto il valore di pH 6. In caso di miscela con altri formulati il prodotto deve essere disperso nella soluzione per ultimo, dopo i bagnanti, le polveri bagnabili, le sospensioni concentrate, i liquidi emulsionabili.

Melo: contro Carpocapsa (Cydia pomonella), Cidia (Cydia molesta, ecc.), Tortricidi ricamatori (Archips spp., Argyrotaenia spp., Pandemis spp., ecc.), Microlepidotteri minatori (Leucoptera malifoliella, Phyllonorycter spp. ecc.), Orgia (Orgya antiqua), Psille (Psylla spp., Cacopsylla spp. ecc), Antonomo (Antonomus pomorum), Falene (Lycia spp., Calliclystis spp., ecc.), Sesia (Synanthedon spp.), Rizotrogo (Rhizotrogus spp.), neanidi di Cocciniglie (Quadraspidiotus. perniciosus, ecc.) alla dose di 3.75 L/ha pari a 375 mL/hL, utilizzando 1000 L/ha di acqua in piena vegetazione. Effettuare massimo due interventi all’anno a distanza di 20 giorni l’uno dall’altro.
Pero contro Carpocapsa (Cydia pomonella), Cidia (Cydia molesta, ecc.), Tortricidi ricamatori (Archips spp., Argyrotaenia spp., Pandemis spp., ecc.), Psilla (Cacopsylla pyri, Psylla spp.), Tentredini (Hoplocampa spp.), neanidi di Cocciniglie (Quadraspidiotus perniciosus, Epidiaspis leperii, ecc.) alla dose di 3.75 L/ha pari a 375 mL/hL, utilizzando 1000 L/ha di acqua in piena vegetazione. Effettuare massimo due interventi all’anno a distanza di 20 giorni l’uno dall’altro.
Pesco, Nettarine, Ciliegio, Susino: contro Cidia (Cydia molesta, Cydia funebrana, ecc.), Anarsia (Anarsia lineatella), Microlepidotteri minatori (Phyllonoricter spp.), Mosca della Frutta (Ceratitis capitata), Mosca del Ciliegio (Rhagoletis cerasi), Eulia (Argyrotaenia pulchellana), Orgia (Orgya antiqua), Nottue (Mamestra spp., ecc.), contro Tripidi (Taeniothrips meridionalis, Thrips major, Frankliniella occidentalis, ecc.), neanidi di Cocciniglie (Psedaulacaspis pentagona, Quadraspidiotus perniciosus, ecc.) alla dose di 3.75 L/ha pari a 375 mL/hL, utilizzando 1000 L/ha di acqua in piena vegetazione. Effettuare massimo due interventi all’anno a distanza di 10 giorni l’uno dall’altro (14 per il susino).
SPADA 200 EC può essere impiegato anche nella lotta contro gli Afidi (Myzus spp., Hyalopterus spp, ecc) in pre-fioritura e a caduta petali alla dose di 3.75 L/ha pari a 375 mL/hL, utilizzando 1000 L/ha di acqua in piena vegetazione, purché si intervenga in assenza di accartocciamenti fogliari.
Agrumi: contro Tignola della zagara (Prays citri), Minatrice serpentina (Phyllocnistis citrella), Mosca della frutta (Ceratitis capitata), Cimicetta verde (Calocoris trivialis), Metcalfa (Metcalfa pruinosa), contro neanidi di Cocciniglie (Aonidiella aurantii, Aspidiotus nerii, Coccus spp., Ceroplastes spp., Saissettia oleae, ecc.) alla dose di 2.5 L/ha pari a 125 – 166 mL/hL, utilizzando rispettivamente 2000 e 1500 L/ha di acqua, in piena vegetazione. Effettuare massimo un intervento all’anno.
Olivo (da tavola e da olio): contro Mosca (Dacus oleae), Tignola (Prays oleae), Margaronia (Palpita unionalis), Oziorrinco (Otiorhyncus cribricollis), contro neanidi di Cocciniglie (Saissetia oleae, Philippia follicularis, ecc.) alla dose di 3.75 L/ha pari a 188 - 250 mL/hL utilizzando rispettivamente 2000-1500 L/ha di acqua in piena vegetazione.
Effettuare massimo due interventi all’anno a distanza di 10 giorni l’uno dall’altro.
Noce: contro Carpocapsa (Cydia pomonella), Mosca delle Noci (Rhagoletis completa) alla dose di 3.75 L/ha pari a 250 mL/hL, utilizzando 1500 L/ha. Effettuare massimo due interventi all’anno a distanza di 15 giorni l’uno dall’altro.
Nocciolo: contro Balanino (Curculio nocum) alla dose di 3.75 L/ha pari a 250 mL/hL, utilizzando 1500 L/ha di acqua in piena vegetazione.
Effettuare massimo due interventi all’anno a distanza di 15 giorni l’uno dall’altro.
Patata: contro Nottue (Agrotis spp., Mamestra spp., ecc.), Cavolaia (Pieris brassicae), Dorifora (Leptinotarsa decemlineata), Tignola (Phthorimaea operculella) alla dose di 2.5 L/ha pari a 500 mL/hL in 500 L/ha di acqua. SPADA 200 EC svolge inoltre un’elevata attività secondaria verso le forme mobili di Acari ed Eriofidi, nonché un buon controllo delle infestazioni di Afidi. Effettuare massimo un intervento all’anno.

In caso di miscela con altri formulati deve essere rispettato il periodo di carenza più lungo. Devono inoltre essere osservate le norme precauzionali prescritte per i prodotti più tossici. Qualora si verificassero casi di intossicazione informare il medico della miscelazione compiuta.