ADENGO XTRA
Marca: Bayer
Condizione Fisica: Liquido
FormatoPrezzo di ListinoIl tuo Prezzo
5
Formati:
5

Erbicida di pre-emergenza e post-emergenza precoce attivo su infestanti in fase di germinazione per assorbimento radicale e attraverso l’ipocotile; il prodotto è efficace per assorbimento fogliare e radicale anche su infestanti da poco emerse. Isoxaflutole agisce inibendo indirettamente la biosintesi dei carotenoidi, thiencarbazone-methyl agisce inibendo l’enzima acetolattato sintasi; il prodotto è attivo su infestanti dicotiledoni e graminacee. La sua persistenza di azione, della durata di 40 - 50 giorni, è sufficiente a garantire la protezione della coltura durante tutto il periodo di sensibilità alla competizione della flora infestante

Chi impiega il prodotto è responsabile degli eventuali danni derivanti da uso improprio del preparato. Da impiegarsi esclusivamente per gli usi e alle condizioni riportate sull’etichetta del prodotto.
  • Isoxaflutole puro
    19
  • Thiencarbazone-methyl puro 
    1 % (225 g/L)
  • Cyprosulfamide (antidoto agronomico) puro
    7
  • Coformulanti quanto basta 
    6 % (90 g/L)

Piante infestanti sensibili Dicotiledoni Abutilon theophrasti (Cencio molle), Amaranthus lividus (Amaranto livido), Amaranthus retroflexus (Amaranto), Anagallis arvensis (Anagallide), Atriplex patula (Atriplice aperta), Bidens tripartita (Forbicina), Capsella bursa pastoris (Borsa del pastore), Chenopodium album (Farinello), Chenopodium polyspermum (Farinello polisporo), Datura stramonium (Stramonio), Diplotaxis erucoides (Rucola selvatica), Galium aparine (Attaccamano), Helianthus tuberosum (Topinambour), Heliotropium europaeum (Eliotropio), Lycopsis arvensis (Buglossa selvatica), Matricaria chamomilla (Camomilla), Polygonum aviculare (Correggiola), Polygonum convolvolus (Convolvolo nero), Polygonum hydropiper (Erba pepe), Polygonum lapathifolium (Persicaria maggiore), Polygonum persicaria (Persicaria), Portulaca oleracea (Porcellana), Senecio vulgaris (Erba calderina), Sicyos angulatus (Zucchino selvatico), Sinapis arvensis (Senape selvatica), Solanum nigrum (Erba morella), Sonchus asper (Crespino spinoso), Stellaria media (Centocchio), Xanthium italicum (Lappola), Veronica Persica (Veronica querciola). Graminacee Alopecurus myosuroides (Erba codina), Digitaria sanguinalis (Sanguinella), Echinochloa crus-galli (Giavone comune), Panicum dichotomiflorum (Giavone americano), Panicum miliaceum (Pabbio), Poa annua (Fienarola annuale), Poa trivialis (Spannocchina), Setaria verticillata (Fieno stellino), Setaria viridis (Panico selvatico), Setaria glauca (Panicastrella scura), Sorghum halepense da seme (Sorghetta da seme). Juncacee Juncus bufonius (Giunco delle botte).

 Si raccomanda di seminare a una profondità minima di 4 cm.
 Non superare la dose prevista per tipo di terreno, evitare la sovrapposizione dell’applicazione. Non eseguire più di un trattamento all’anno sullo stesso terreno con questo o altri prodotti contenenti le stesse sostanze attive  In pre-emergenza delle infestanti, nei terreni torbosi il prodotto ha efficacia ridotta.  In caso d’assenza di pioggia dopo il trattamento di pre-emergenza, il prodotto può avere efficacia ridotta.  Dopo il trattamento, forti abbassamenti di temperatura e forti piogge con ristagno idrico possono causare un temporaneo ingiallimento o sbiancamento fogliare ed un rallentamento di sviluppo della coltura.  In caso di necessità di sostituzione della coltura di mais, la coltura sostitutiva possibile è il mais, senza tempi di attesa e con una lavorazione superficiale (10 cm). Dopo 3 mesi dal trattamento e previa aratura ad almeno 30 cm di profondità, è possibile seminare senape (come coltura intercalare utilizzatrice di nitrati), colza invernale ed erba medica.